X_festa_socio_approfondimento-Associazione culturale

SCANDRIGLIA: MONTE PENDENTE, PAESAGGIO, OLEOTURISMO

ConvegnoDecima_festa_socio_Scandriglia2020_WebMin
Monte Pendente (metri 1098) area del culto del dio Sole per gli antichi romani, fu il perno della conquista Longobarda dopo il crollo dell’impero romano. Zona forestale e strategica per la posizione centrale della Massa Torana, tra la via Salaria e le valli del Licenza-Turano. Abitato in villaggi sparsi-fortificati furono devastati dai Saraceni che spinse la popolazione a trasferirsi nell’attuale centro di Scandriglia. Torna a fiorire con il monastero benedettino di San Salvatore (X-XV) fondato da San Domenico con cui si eleva a centro di cultura religiosa ed agraria. Attorno a lui si affiancano i monasteri di Santa Maria del Piano ad Orvinio e Santa Maria in Petra Demone di Pozzaglia. Monte Pendente è punto di riferimento della via della neve, della transumanza e del cammino di Benedetto.E’ uno dei simboli-segni del paesaggio scandrigliese sui suoi sentieri sono passati pastori e tagliatori, nevicari e carrettieri, porcari e cavallari, caprari e lupari, bovari e cacciatori, carbonari e pellegrini. Qui P.Giuseppe Antonio Lattanzi (1668-1727) ofm cap dall’ex convento di San Nicola fu anticipatore della via di Francesco. San Salvatore finita l’esperienza cenobitica diventa una grancia dell’Abbazia di Farfa fino ad essere bene demaniale nel 1861 quando diventa proprietà privata della famiglia Palmieri. Monte Pendente è stato un luogo di contesa tra le parti che ha suscitato una letteratura popolare. Tra le carte della contesa apprendiamo la consistenza del paesaggio forestale e rurale. Ai monaci si deve l’impianto di coltivazioni, tra cui l’olivo che costituisce un paesaggio ricco di piante secolari e di biodiveristà. Tutto questo oggi costituisce un’opportunità per l’oleoturismo.

Paesaggio
Bene considerato nella Costituzione Italina art.9 e dal Codice dei beni culturali
Espressione di valori estetico-culturali relativi alle bellezze naturali e paesistiche (interpretazione limitativa)
In senso urbanistico e territoriale è la forma del paese (estensiva)

Oleoturismo (Legge 160-2019 triennio 2020-2022)
Con il termine oleoturismo si intendono tutte le attività di conoscenza dell’olio d’oliva espletate nel luogo di produzione, le visite nei luoghi di coltura, di produzione o di esposizione degli strumenti utili alla coltivazione dell’ulivo, la degustazione e la commercializzazione delle produzioni aziendali dell’olio d’oliva, anche in abbinamento ad alimenti, le iniziative a carattere didattico e ricreativo nell’ambito dei luoghi di coltivazione e produzione.
La Festa del Socio costituisce una iniziativa di oleoturismo.

Per natura si indicano la flora e la fauna
Per territorio si indica l’estensione fisica che fa da cornice alle azioni umane

Per legge si intende la norma scritta e vigente
Per consuetudine si intende la norma non scritta ma praticata

Per economia e lavoro si intende l’attività professionale e produttiva che nel caso specifico fa riferimento alla zootecnia, alla pastorizia, all’allevamento

Per etica si indica un insieme di valori, principi, impegni
Per deontologia si indica un insieme di prescrizioni per il comportamento

Bibliografia
AAVV (a cura di Gilberto De Angelis) Monti Lucretili Provincia di Roma, 1988
BAZZUCCHI D. La natura e l’uomo sui Monti Lucretili Parco Monti Lucretili, 2016
BAZZUCCHI D. Il Parco Monti Lucretili sentiero dopo sentiero Parco Monti Lucretili, 2018
BORGIA B. (a cura di) Scandriglia e l’aquila reale: i sentieri nel parco monti Lucretili Pro Loco Scandriglia, 2002
CASTELLANI C. Problemi di gestione dei boschi italiani Cassa di Risparmio di Rieti, 2001
Conferenza Nazionale del Paesaggio 1999
DE ANGELIS G. I monti della lince 2018
IL TEMPO I pascoli demaniali di Scandriglia sono stati recuperati alla zootecnia Cronaca di Rieti 13.12.1984
LEGISLAZIONE :
L. 1497-1939 paesaggio
L.431-1985 vincolo Galasso
L.349-1986 danno ambientale
LR Lazio 41-1989 parco naturale regionale monti Lucretili
L.142-1990 riforma autonomie locali
L. 97-1994 gestione dei boschi
LR Lazio 29-1997 danni causati dalla fauna selvatica
LR Lazio 24-1998 piano paesistico regionale
LR Lazio 32-1998 disciplina raccolta frutti sottobosco
Dlgs 22-2004 codice dei beni culturali e del paesaggio (codice Urbani)
L. 10-2013 piante antiche
L.160-2019 oleoturismo 2020-2022
Piano paesistico della regione Lazio 2019-2022
LORENZETTI R. Il territorio di carta: la Sabina Editalia-Regione Lazio, Roma, 1994
MASSIMIANI U. Scandriglia Istituto di Studi Sabini, 1988
MASSIMIANI U. Rassegna stampa sui monti Lucretili Istituto di Studi Sabini, 1988
MASSIMIANI U. Il monastero benedettino di San Salvatore Minore Istituto di Studi Sabini, 1988
MASSIMIANI U. Storia dell’olivicoltura sabina Istituto di Studi Sabini
MASSIMIANI U. Olivicoltura Istituto di Studi Sabini, 2020
MASSIMIANI U. Tempo e racconto degli olivi Istituto di Studi Sabini
MASSIMIANI U. San Francesco d’Assisi patrono dei cultori di ecologia Istituto di Studi Sabini, 2019
MASSIMIANI U. Storia moderna e contemporanea della diocesi Sabina Istituto di Studi Sabini, 2019
MASSIMIANI U. Diocesi Sabina: storia, cultura, territorio Istituto di Studi Sabini, 2000
MASSIMIANI U. Amatrice: Il valore della transumanza Istituto di Studi Sabini, 2019
(intervento al colloquio ‘Le vie della transumanza Amatrice 21-22 settembre 2019)
MASSIMIANI U. La natura nella tradizione monastica (intervento per il XIII centenario di Farfa 720-2020)
SCHUSTER I. Il monastero di San Salvatore e gli antichi possedimenti farfensi nella Massa Torana SRSP, Roma, 1918

Sitografia
carabinieri.it
cai.it
comune.scandriglia.ri.it
cmmontisabini.org
fie.italia.it
federtrek.org
parcolucretili.it
prolocoscandriglia.it
oleificioscandriglia.it
sabinadop.it
studisabini.org
 Scandriglia (RI) - Mentana (RM)
C.F.: 90004650579 - studisabini@pec.it
__________
 


 

Statistiche