Attivita' 2012-Associazione culturale

Attività 2012

Partirà Sabato 27 ottobre alle ore 09:00 la mostra fotografica "Fotografando Mentana", relativa alle opere presentate per la partecipazione al concorso omonimo.

Quasi 50 autori per oltre 200 foto, questo è il  frutto di tanta passione per la fotografia.

Foto che potrete ammirare fino al 4 novembre 2012 nella Galleria Borghese sita a Mentana (Roma), in Piazza Garibaldi, con il seguente orario:

- dal lunedì al venerdì orario 17:00/19:00,

- giovedì 1 novembre orario 09:00/13:00,

- sabato e domenica orario 09:00/13:00 e 16:00/20:00.

Sabato 27 ottobre 2012, alle ore 17:00, ci sarà la premiazione dei vincitori del concorso oggetto della mostra

Foto della premiazione e dell'inaugurazione della mostra [clicca qui]

Video di tutte le foto presentate al concorso [clicca qui]


 
Il Centro Studi di Storia Locale “NOMENTUM” dell’Istituto di Studi Sabini indice la

I EDIZIONE del CONCORSO FOTOGRAFICO:

“FOTOGRAFANDO MENTANA...”
luoghi >>> persone >>> prospettive


Il concorso, per dilettanti ed amatori, si articola in DUE SEZIONI:

1) GIOVANI (under 30)
2) ADULTI

REGOLAMENTO (versione scaricabile)

  1. Possono partecipare tutti i cittadini, purché non fotografi professionisti, ovunque residenti, solocon fotografie aventi per soggetto il comune di Mentana, negli aspetti più svariati e diversi che la fantasia degli autori possa suggerire. 
    (
    scheda di adesione)

  2. Ogni concorrente è libero di presentare da un minimo di una a un massimo di cinque foto.

  3. Le foto, INEDITE, a colori o in bianco e nero, dovranno essere inviate con formato di stampa di 30 cm sul lato lungo e dovranno recare sul retro il nome dell’autore e il titolo, oltre che un numero progressivo nel caso si intenda concorrere con più immagini. Dovrà inoltre essere allegato un CD-rom contenente i files usati per la stampa delle immagini del concorso, in formato jpg (in alternativa tif) in alta definizione, rinominati in base alle tre lettere iniziali del cognome più le tre lettere iniziali del nome dell’autore e il numero progressivo delle foto presentate. Saranno ammesse solo immagini prodotte tramite apparecchiature fotografiche e non alterate tramite fotomontaggi e/o fotoritocchi tali da snaturarne l’idea fotografica e la sua valenza artistica.

  4. Al materiale fotografico andrà allegata la scheda di adesione, debitamente compilata e sottoscritta (nel caso di partecipanti minorenni è richiesta la firma di un genitore o di chi esercita la potestà genitoriale), scaricabile dal sito www.studisabini.org

  5. La partecipazione al concorso è TOTALMENTE GRATUITA.

  6. Le Opere non saranno restituite, ma saranno conservate nell’archivio dell’Istituto di Studi Sabini, che ne potrà disporre liberamente per eventuali pubblicazioni, senza alcun onere nei confronti degli autori, ad eccezione della citazione del nome.

  7. Il plico con gli elaborati e la relativa scheda di adesione deve essere inviato entro e non oltre il 13 ottobre 2012 all’indirizzo ISTITUTO DI STUDI SABINI c/o Antonio Oliverio, via Gaspare Spontini n.28 – 00013 Mentana. In alternativa, potranno essere consegnati a mano presso la Biblioteca Comunale di Mentana negli orari di apertura al pubblico (www.comune.mentana.rm.it)

  8. Tutte le opere pervenute saranno oggetto di una mostra, che sarà allestita presso la Galleria Borghese di Mentana dal 27 ottobre al 4 novembre 2012. 
    All’allestimento della mostra potranno aderire attivamente i partecipanti che daranno preventiva comunicazione in tal senso all’indirizzoinfo@studisabini.org
    La proclamazione dei vincitori del concorso e la premiazione degli stessi avranno luogo il giorno dell’inaugurazione della mostra. 
    Ogni comunicazione inerente il concorso verrà pubblicata, e avrà valore di notifica, sul sito www.studisabini.org.

  9. La Giuria, il cui giudizio è insindacabile, sarà composta da fotografi professionisti e noti fotoamatori, i cui nominativi saranno resi noti al momento della cerimonia di premiazione.

  10. Agli Autori non presenti personalmente o per delega alla cerimonia, i premi ed i diplomi potranno essere spediti, con spese a loro carico, solo se ne faranno espressa richiesta alla segreteria.

  11. La partecipazione implica l’accettazione di tutte le norme del presente regolamento che, in base ad eventuali necessità organizzative, potrà subire variazioni senza in ogni caso alterarne la sostanza.

  12. In base alla vigente normativa sulla privacy, gli indirizzi e i dati personali dei partecipanti verranno utilizzati esclusivamente per il Premio, la pubblicazione dell’Antologia e le altre attività dell’Associazione.

  13. Al fine di agevolare i lavori di organizzazione, i partecipanti sono pregati di inviare il materiale con il maggior anticipo possibile rispetto al termine sopra indicato e, comunque, pena la non ammissione, di preannunciare la propria adesione al concorso inviando la scheda di adesione all’indirizzo info@studisabini.org entro il 30 settembre. Ad essa dovrà, in ogni caso, far seguito la consegna del materiale richiesto (compresa la scheda in formato cartaceo debitamente compilata) entro la data di scadenza stabilita.

I PREMI
Sono previsti riconoscimenti per i primi classificati in ciascuna sezione. La giuria si riserva, inoltre, di assegnare speciali riconoscimenti a opere che ritenga meritevoli di segnalazione.
Tutti gli Autori riceveranno un attestato di partecipazione.

Mentana, 27 luglio 2012


Sabato 26 maggio 2012 - 09.00/13.00 
Sala conferenze - Biblioteca comunale
Via Crescenzio, 11 - Mentana (RM)

Seminario sui beni culturali

Quasi la metà del territorio nazionale è preservato come bellezza naturale. 

Studiare il fenomeno dei beni culturali anche in termini quantitativi e in relazione alla loro produttività economica, in un momento di crisi dell'economia come quella che stiamo attraversando, ci sembra essere un buon aiuto per riavviare il motore economico del nostro paese.

Il patrimonio storico artistico e paesaggistico italiano è caratterizzato da una componente molto ampia di cultura "immobilizzata".

Il nostro paese, nonostante l'ingente dotazione patrimoniale culturale, da tutto il mondo desiderata, ha la più bassa redditività nel settore. Dovrebbe essere chiaro a tutti che il nostro "patrimonio culturale" è anche il nostro "capitale economico" da investire: un capitale durevole che non può essere delocalizzato, come invece accade sempre più spesso per le imprese.

Impostare un modello produttivo in grado di massimizzare il valore economico di beni che sono unici e non replicabili, combinare queste caratteristiche con forme avanzate di organizzazione e tecnologia, sono i fondamentali aspetti che il seminario intende affrontare per fornire le basi iniziali per chi voglia formarsi, o solo informarsi, come operatore culturale.

L'adesione al seminario è ammessa previa iscrizione (scarica qui il modulo) e lo stesso si terrà solo al raggiungimento del numero minimo di 10 iscritti. 

Per la partecipazione si richiede l'età minima diciotto anni ed un contributo per le spese di segreteria di 10€ (dieci euro). Per i possessori di "Carta giovani" viene riconosciuto uno sconto del 20%.

Il seminario è organizzato come una lezione frontale, aperta al colloquio, con la presenza di un tutor e della durata di 4 ore: dalle 09.00 alle 13.00; lo stesso si terrà se verrà raggiunto il numero minimo di iscritti.

Sarà rilasciato un attestato di partecipazione e documentazione utile ad approfondire l'argomento.
Si potrà proporre al seminarista un caso di studio o un progetto.

Dal punto di vista della didattica questi sono i temi:

  • Definizione di educazione
  • Definizione di bene culturale
  • Il codice dei beni culturali e del paesaggio (D.Lgs 42-2004)
  • Legislazione nazionale (L.534-1996) e regionale (LR Lazio)
  • Sistema culturale italiano
  • Temi culturali: estetica, semiologia, economia
  • Comunicazione culturale: marketing
  • Turismo ed infrastrutture
  • Costruire un progetto culturale
  • Un caso di studio: il museo, villa Zeri, Federico Zeri
  • Bibliografia

I servizi per la comunicazione istituzionale vede tra i potenziali destinatari:

  • Media service: Internet, giornali, radio e TV
  • Uffici stampa
  • Agenzie di comunicazione e marketing
  • Pubblica Amministrazione
  • Enti pubblici per la gestione del territorio, delle aree protette, ecc.
  • Industrie
  • Associazioni di categoria e consorzi obbligatori
  • Organizzazioni non governative
  • Associazioni no-profit (terzo settore)

Scopo: fornire le basi di comunicazione istituzionale a potenziali figure di comunicatore

Accanto al relatore ci sarà anche un tutor. La lezione è frontale ed aperta al colloquio. 

Dal punto di vista della didattica questi sono i temi:

  • Definizione di comunicazione istituzionale
  • Teorie, tecniche, linguaggi
  • L'ufficio comunicazione: competenze, organizzazione, professionalità
  • Programma e piano di comunicazione
  • Analisi e gestione della comunicazione
  • La comunicazione di crisi: esperienze, applicazioni, metodologie
  • Il cerimoniale
  • Il sistema qualità
  • La responsabilità sociale di impresa
  • Codice etico-deontologico
  • Bibliografia

Docente: Dr. Umberto Massimiani

Memocard: durata del corso quattro ore. Attestato di partecipazione e documentazione.

Ammissione: iscrizione (minimo dieci presenze e massimo cinquanta).

Partecipazione: età minima diciotto anni. Spese di segreteria 10 (dieci) euro.

Una proposta interessante per i ragazzi che quest’anno lasceranno la scuola secondaria di II grado.

Un’opportunità per poter scoprire/coltivare una passione che potrebbe essere anche una professione.

Il corso intende fornire le basi del giornalismo per far emergere eventuali potenzialità del soggetto interessato ma anche alfabetizzare.

Accanto al relatore ci sarà anche un tutor.

La lezione è frontale ed aperta al colloquio (4 ore).

Sarà fornito attestato di partecipazione e documentazione idonea ad approfondire la tematica. Si pensa anche di proporre un esercizio di giornalismo (articolo, intervista, etc): verranno poi scelti i migliori elaborati e pubblicati su un periodico locale.

Dal punto di vista didattico questi sono i temi:

  • Il fatto diventa notizia
  • L'iter formale dell'informazione (fonte, canale, codice, genere, modelli)
  • La metodologia del processo informativo
  • Teorie (fonte, codice, valore)
  • Tecniche: articolo, intervista, inchiesta, etc.
  • Linguaggi: stampa, radio-tv, internet
  • L'ufficio stampa: organizzazione e gestione
  • Giornale e giornalista: impresa e formazione, storia e cultura, etica e diritto
  • Giornalismo culturale
  • Bibliografia

Il corso si terrà il 17 marzo 2012, dalle 09.00 alle 13.00, presso la sala conferenze della Biblioteca comunale di Mentana, sita in Via Crescenzio 11, ed avrà luogo con l’iscrizione di almeno 10 persone fino ad un massimo di 50.

Ai corsi sono ammessi gli utenti che ne facciano richiesta con l'apposito modulo scaricabile [qui], entro il 10 marzo2012, e che abbiano le seguenti caratteristiche:
1. età minima diciotto anni
2. disoccupati
3. inoccupati
4. studenti

L'ammissione è in ordine cronologico d'iscrizione. Potranno essere ammessi al corso persone che, maggiorenni, non abbiano gli altri requisiti, se non si è coperto il numero massimo di posti disponibili.

Gli unici oneri da sostenere sono le spese di segreteria di 10€ (dieci euro) da versare il giorno del corso.

Il corso ha il patrocinio del comune di Mentana ed è sponsorizzata dalla CIS Sud srl di Ariccia (RM).


Sabato 10 febbraio 2012 - Ore 11


Presso la Biblioteca comunale di Mentana sita in Vicolo Crescenzio n. 11verrà presentata al pubblico la “Sezione Sabina Romana” dell’Istituto che avrà sede proprio a Mentana (RM). 



All’interno di questa Sezione si svilupperanno due Centri studi, uno relativo alla storia risorgimentale italiana, l'altro, più legato al territorio, si occuperà di storia locale.


 Scandriglia (RI) - Mentana (RM)
C.F.: 90004650579 - studisabini@pec.it
__________
 


 

Statistiche